Euroleague: Con la Bielorussia arriva la prima sconfitta, azzurri secondi nella tappa di Minsk

Allo Stadio Nazionale di Minsk, inaugurato lo scorso venerdì e tra gli impianti costruiti per ospitare i Giochi Olimpici Europei del 2019, la Nazionale di Beach Soccer viene sconfitta 6-5 al supplementare dalla Bielorussia e si fa così scavalcare al fotofinish dai padroni di casa, che chiudono in testa alla classifica la seconda tappa di qualificazione all’Euroleague.

In vantaggio per 4-1 dopo un primo tempo dominato, gli Azzurri si sono fatti raggiungere e poi superare, per riacciuffare la gara ad un minuto dal termine dei tempi regolamentari. Poi, all’extra time, la sabbia di casa ha dato una mano alla Bielorussia, con un rimbalzo beffardo che ha ingannato Carpita sulla punizione dalla lunga distanza calciata da Bryshtel. La sconfitta non pregiudica comunque l’accesso alla Superfinal in programma dal 6 al 9 settembre in Sardegna, con l’Italbeach che chiude a 9 punti il suo percorso nelle qualificazioni frutto delle vittorie con la Germania nella prima tappa disputata a Baku e dei successi con Polonia e Turchia in questa seconda tappa.

LA PARTITA - Privo di Gabriele Gori, infortunatosi nel finale del match di ieri con la Turchia, per la terza e ultima gara del girone Del Duca recupera Simone Marinai e si affida inizialmente ad un quintetto con Del Mestre in porta, Ramacciotti, Frainetti, Palazzolo e Zurlo come terminale offensivo. Ed è proprio l’attaccante del Catania a sbloccare il risultato dopo appena 26 secondi dal fischio d’inizio con un’acrobatica rovesciata da posizione defilata, sfruttando al meglio il lancio con i contagiri di Del Mestre. Un gol da cineteca, frutto di uno schema provato e riprovato in allenamento negli ultimi anni, con il portiere azzurro nei panni del rifinitore e Zurlo che si conferma come uno dei migliori specialisti nell’arte della rovesciata. L’Italia è padrona assoluta della partita e si porta sul 3-0 grazie ai calci di punizione trasformati da Marinai al 6’30" e ancora da Zurlo un minuto più tardi. L’autorete di Ramacciotti, che con un retropassaggio di testa scavalca Del Mestre, è solo un incidente di percorso in un primo tempo che gli Azzurri chiudono sul 4-1 grazie ad una travolgente azione personale di Palazzolo.

Il Beach Soccer, si sa, è una disciplina che non consente mai di dormire sonni tranquilli e l’Italia ne ha la riprova nel secondo tempo. A scatenare l’entusiasmo del pubblico di casa ci pensa Ilia Savich, autore nel giro di nove minuti della tripletta che permette alla Bielorussia di riagguantare il pareggio: primo gol al 1’24" con un destro al volo su azione d’angolo, secondo al 3’21" su punizione e tris all’8’42" su rigore concesso per una leggera spinta di Palazzolo, reo di ostacolare un tentativo di rovesciata dello stesso Savich.

Da una fuga in solitaria il match si trasforma così in un arrivo in volata: in avvio di terzo tempo Bokach con un sinistro sotto l’incrocio dei pali porta per la prima volta in vantaggio i suoi, ma l’Italia non demorde e trova il 5-5 ad un minuto dallo scadere con Ramacciotti, bravo a procurarsi una punizione da ottima posizione e a trasformarla con un piatto a fil di palo. A decidere questa sfida thrilling all’inizio del supplementare è però Ihar Bryshtel, che aiutato da un rimbalzo fortunoso supera Carpita con una punizione dalla distanza. Sugli spalti si scatena la festa dei tifosi, mentre in campo i giocatori bielorussi esultano saltellando in un girotondo di felicità. Tra un mese in Sardegna gli Azzurri sperano di poter fare lo stesso.

Risultati e classifica finale del gruppo degli Azzurri

Prima giornata (3 agosto)
ITALIA-Polonia 8-4
Bielorussia-Turchia 9-4

Seconda giornata (4 agosto)
Turchia-ITALIA 0-3
Bielorussia-Polonia 5-4 dts

Terza giornata (5 agosto)
Polonia-Turchia 7-9
ITALIA-Bielorussia 5-6 dts

Classifica: Bielorussia 7 punti, ITALIA 6, Turchia 3, Polonia 0

 

fonte: FIGC.IT



 

 

logo footer

LND - Dipartimento Beach Soccer
Piazzale Flaminio, 9 00196 Roma (Italy)
Centralino: (+39) 06.328.221
beachsoccer@lnd.it